PIANTE IN CAMERA DA LETTO

Tropicalini, ammettetelo: anche voi avete pensato di non poter mettere le piante in camera da letto perché fanno male. Probabilmente lo avrete letto sul sussidiario delle elementari mentre tentavano di spiegarvi la fotosintesi clorofilliana, e ve l’ha ripetuto vostra mamma quando siete andate a vivere da soli. Ebbene, siamo qui per dirvi che era tutta una menzogna. Una fake news, una bufala, una tradizione tramandata negli anni, un po’ come l’esistenza di Babbo Natale.

piante-in-camera-da-letto-copertina2

Ora, come è vero che Babbo Natale a volte sembra esistere davvero, così dormire con le piante potrebbe essere pericoloso se la vostra stanza si trasformasse – letteralmente – in una giungla tropicale. È un dato di fatto che le piante rilascino anidride carbonica durante la notte, ed è per questo che molti sostengono che potrebbero recare danni al vostro organismo, ma è anche vero che il numero di piante che possiamo inserire in una camera da letto non riuscirà mai a produrre così tanta CO2 da farci male. Per dire: se condividete il letto con qualcuno, sappiate che il/la partner produce molta più anidride carbonica delle vostre piantine!

Se ancora non vi abbiamo convinto, continuate a leggere: posizionare determinati tipi di piante in camera da letto, vi permetterà addirittura di purificare l’aria che respirate nel sonno. Alcune specie infatti rilasciano ossigeno anche durante la notte assorbendo anidride carbonica e diverse tipologie di composti organici volatili che potrebbero essere presenti nella stanza perché rilasciati da mobili, pavimenti, abiti, ecc.

Quindi, ripetiamo insieme: le piante in camera da letto fanno male? NO! E vediamo subito quali sono le 5 migliori piante con cui dormire!

Aloe

aloe-in-camera-da-letto

Si tratta di una pianta abbastanza semplice, che richiede poca acqua, ma molta luce, come una pianta grassa. All’interno delle sue foglie è contenuto il famoso Gel di Aloe, che sicuramente avrete usato almeno una volta nella vostra vita per alleviare scottature o irritazioni. Posizionare una Aloe in camera da letto, vi permetterà di avere una pianta che oltre a rilasciare ossigeno durante la notte, purifica l’aria dal benzene e dalla formaldeide.

Approvata per:

  • Una mensola vicino alla finestra
  • Plant lover principianti

Areca

camera-da-letto-con-piante

Una pianta che donerà una vera atmosfera tropicale alla vostra stanza è l’Areca, e sarà perfetta per umidificare naturalmente l’ambiente: un grande beneficio per coloro che soffrono ai seni nasali durante la notte! Non ha bisogno di molta luce ma vuole molta acqua e preferisce non essere toccata: una volta fatto potreste rovinare molto le foglie quindi… può essere di grande aiuto, ma lasciatela stare!

Approvata per:

  • Rendere esotica la vostra stanza
  • Plant lover amanti delle innaffiature

Sansevieria

sansevieria pianta in camera da letto

Avete poca luce in camera da letto, non avete lo sbatti di innaffiare tutte le settimane, ma non volete rinunciare ad avere una pianta nel luogo in cui prendono vita i vostri sonni? Mettere una Sansevieria in camera da letto è la soluzione che cercavate. Purifica l’ambiente e la trovate in qualunque forma e dimensione: grazie Sansevieria che ci risolvi i problemi!

Approvata per:

  • Riempire gli angoli della stanza
  • Plant lover agli inizi

Orchidea Phalenopsis

piante-in-camera-da-letto-orchidea

Sicuramente conoscete queste piante per le loro magnifiche fioriture (e per essere regalate in moltissime occasioni, con la conseguente domanda: e ora come la curo?!), ma sapevate che le Orchidee Phalenopsis rientrano nelle specie di piante che producono ossigeno di notte? Ottime quindi da posizionare sul vostro comodino: quanto è chic risvegliarsi guardando i loro bellissimi fiori? Attenzione però: se siete particolarmente sensibili agli odori, è sconsigliato inserire piante da fiore nella vostra camera da letto perché il loro profumo potrebbe disturbarvi o addirittura svegliarvi nel cuore della notte!

Approvata per:

  • Arredare con fiori e colori
  • Plant lover esperti

Pothos

camera-da-letto-con-piante-pothos

Potevamo forse non inserire il versatile, amabile, famosissimo Pothos? Ormai lo conoscete perché sembra davvero che possa adattarsi al meglio ad ogni situazione. Bene, anche in camera da letto farà il suo lavoro: il Pothos è una delle migliori piante di purificazione dell’aria secondo lo studio della NASA sull’aria pulita, ed è un’ottima soluzione anche per coloro che non hanno spazio su pavimento o scaffali in camera da letto: il suo portamento ricadente è perfetto infatti per appenderla al soffitto!

Approvata per:

  • Chi ha poco spazio e vuole sfruttare il soffitto
  • Plant lover amanti delle vaporizzazioni

Allora, vi abbiamo convinto? Se no, potete sempre optare per una carta da parati a tema piante, altrimenti aspettiamo le vostro foto di piante in camera da letto su Instagram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *