INSETTICIDI: COME SCEGLIERLI?

Gli amanti delle piante lo sanno. La nostra passione è spesso minata da nemici piccolissimi quanto tostissimi: acari, cocciniglia, afidi e quanti ancora ne potremmo elencare… tuttavia armati di spruzzini pieni di magici intrugli commerciali o fai da te, riusciamo o almeno proviamo a combatterli quotidianamente.

insetticidi 2

Ma quali sono gli insetticidi che possono aiutarci maggiormente a difendere le nostre piante? Ecco qualche consiglio in base alle vostre esigenze!

Prevenire è meglio che curare

Se siamo particolarmente apprensivi con le nostre piante e vogliamo – giustamente – prevenire l’arrivo di ospiti non invitati, possiamo utilizzare gli insetticidi sistemici, che penetrano all’interno della pianta attraverso foglie e radici e si diffondono sulla nostra pianta, rendendola poco accogliete ai parassiti. In questo caso inoltre è sempre molto utile mantenere la pianta in salute utilizzando appositi concimi, di cui vi abbiamo già parlato.

Un’altra soluzione per prevenire, è utilizzare l’Olio di Neem, ma di questo vi parleremo tra qualche riga!

Se la diffusione dei parassiti è già in atto

Le abbiamo dato l’acqua, l’abbiamo travasata, l’abbiamo fotografata per Instagram e non ci siamo mai accorti che era stata attaccata dal nemico. La nostra pianta ora ha bisogno di un aiuto rapido ed efficace. In questo caso, si può intervenire con quelli che vengono chiamati insetticidi a “pronto effetto”: agiscono per soffocamento o per ingestione, così da uccidere tutti gli animaletti indesiderati sulla nostra pianta. Importante: se l’attacco è particolarmente difficile da contrastare, bisogna alternare tipologie di insetticidi in quanto gli insetti potrebbero immunizzarsi per uno stesso prodotto.

Se la pianta è stata attaccata da più parassiti

Se su una stessa pianta o una zona di casa dove abbiamo più piante riscontriamo diverse tipologie di parassiti, ad esempio afidi e cocciniglia insieme, la soluzione migliore è buttare la pianta! Scherziamo :P, sarà scegliere un insetticida a “largo spettro”, ovvero un prodotto in grado di combattere contemporaneamente molte specie di parassiti. Queste sostanze tuttavia non tengono conto degli organismi utili, andando a combattere anche loro. Si tratta di prodotti sconsigliati all’aperto perché potrebbero causare danni agli insetti utili come api e coccinelle, sono quindi da usare solo in caso di reale emergenza.

Se conosco i parassiti che hanno attaccato la pianta

Per chi colleziona piante, ormai è facile distinguere afidi, acari, cocciniglia o ragnetto rosso: in questo caso si potrà scegliere un insetticida specifico per il problema identificato, così da andare a eliminare solo il parassita senza compromettere altri organismi.

Se voglio usare prodotti naturali

Oltre agli insetticidi in commercio, ci sono diverse opzioni fai da te da creare direttamente in casa. Personalmente, utilizziamo questa soluzione solo quando l’attacco è molto blando: via a ovatta imbevuta di alcool diluito in acqua per togliere la cocciniglia o al macerato d’aglio o di ortica per combattere gli afidi, ma quando vogliamo agire in modo più forte – sempre utilizzando prodotti naturali – ci affidiamo all’olio di neem.

olio di neem

L’olio di neem è un olio vegetale ricco di sostanze chiamate limonoidi che bloccano lo sviluppo degli insetti negli stadi giovanili, rallenta il ciclo di produzione e agisce come repellente rendendo la pianta poco attrattiva. La sua azione, dall’applicazione, dura una settimana e rilascia anche proprietà antifungine. Sì, sembra proprio una pozione magica, l’unica sfida è resistere all’odore!

Visto che non si usa mai puro – e diluire un olio in acqua a casa potrebbe non essere una operazione semplice – consigliamo di comprarlo già pronto per l’azione sulle piante.

Altri prodotti naturali, perfetti da utilizzare anche quando abbiamo animali domestici in casa, sono l’estratto di ortica e l’olio di pino: il primo perfetto contro afidi e tripidi, il secondo me scacciare la cocciniglia!

insetticida

Ultime raccomandazioni sugli insetticidi


Qualunque insetticida decidiate di comprare, ricordate di rispettare le dosi sulla confezione – o anzi in alcuni casi diminuirle leggermente – e di non spruzzare mai in pieno sole, perché le gocce potrebbero fare da lente e bruciare le foglie. Mi raccomando, prestare sempre attenzione quando utilizzate questi prodotti all’aperto: non vorrete mica agire su insetti utili al pianeta!?

Voi quali insetticidi utilizzate di solito? Fatecelo sapere su Instagram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *