Arredare il bagno con le piante

Qual è il motivo principale per cui amate le piante da interno? Senza dubbio è bellissimo prendersi cura di loro e poi aiutano a purificare l’aria delle nostre case, ma probabilmente la motivazione più grande che vi spinge ad acquistarle è che le piante sono ottime per arredare le nostre case, come veri elementi di design.

Oggi vorremmo inaugurare una rubrica che ci porterà, di volta in volta, ad analizzare quali sono le piante migliori per ogni camera dei nostri appartamenti. Partiamo dalla stanza più umida per eccellenza, e quindi la favorita dalla maggioranza degli esseri verdi presenti in casa: ecco cinque soluzioni per arredare il bagno con le piante ed ottenere un effetto tropicale immediato!

Come arredare un bagno con le piante

piante da tenere in bagno 2

Come sempre quando parliamo di piante, dobbiamo tenere bene a mente quali sono le caratteristiche dell’ambiente che le ospiterà. Per prima cosa, la luce: se il vostro bagno non ha finestre né punti luce naturali, nessuna pianta potrà sopravvivere, a meno che non decidiate di acquistare delle luci artificiali ad hoc per la crescita delle piante. Il bagno poi è solitamente una stanza molto umida, dove il vapore acqueo fa da padrone grazie alle docce e all’acqua calda che scorre dai nostri rubinetti, e la temperatura è più che mite. È quindi l’ambiente ideale per tantissime piante, che ameranno questa condizione e che faranno a gara per finire nel vostro bagno. Noi ci limiteremo ad indicarvene cinque, che rispetto ad altre troviamo più adatte e soprattutto più particolari, perfette per dei plant lover come voi.

Stabilite queste semplici regole, iniziamo a vedere come arredare il bagno con le piante, secondo noi!

1. Lucky Bamboo

Arredare il bagno con le piante 2

Il cosiddetto Lucky Bamboo, che in realtà non è un vero Bamboo, ma una dracena, è un tronchetto che viene venduto in forme articolate e strane. Vive molto bene immersa nell’acqua e senza terra, perfetta se volete scordarvi completamente di lei (se non per rimboccare l’acqua di tanto in tanto). È molto carina in vasi stretti e lunghi ai bordi di una vasca, ma anche in recipienti ampi per raccoglierne più di una. La sua somiglianza con il Bamboo la rende perfetta per donare un tocco esotico al vostro bagno!

Approvata per:

  • Ambienti esotici
  • Plant lover principianti

2. Orchidea

Arredare il bagno con le piante 3

Non spaventatevi: le orchidee non sono così complicate, è che le dipingono così. Grazie all’umidità dell’aria e a una luce non diretta (perché immaginiamo che tutti abbiate una tenda o un vetro non totalmente trasparente nei vostri bagni!), il bagno può offrire le migliori condizioni per la crescita e la fioritura di queste piante, oltre a donare raffinatezza alla vostra toilette! Ricordate di posizionarle in vasi trasparenti con terricci composti da bark, sfagno e corteccia e di concimarle regolarmente per aiutarle a produrre fiori bellissimi e di lunga durata.

Approvata per:

  • Ambienti raffinati
  • Plant lover amanti dei fiori

3. Fittonia

piante da mettere in bagno

Mini piante coloratissime che, non a caso, vengono chiamate piante mosaico e sono perfette per decorare anche i bagni più piccoli. Possono essere scelte di una sola tonalità o mixate tra nuance che spaziano dal verde al rosa, dal fuxia all’arancione. Non cercano tanta luce, quindi andranno bene anche per i bagni meno esposti ai raggi solari. Amano l’umidità ed essere innaffiate, quindi potrebbe essere una buona idea inserirle nella vostra beauty routine: un po’ di crema viso per voi, un po’ di acqua per loro!

Approvata per:

  • Ambienti piccoli
  • Plant lover amanti dei colori

4. Maranta

piante da mettere in bagno 2

A proposito di colori, se volete davvero arredare il vostro bagno con le piante, la Maranta potrebbe aiutarvi al pari di un’opera d’arte. Le sue foglie sono infatti estremamente particolari e variegate, ricche di sfumature che sembrano dipinte. Questa pianta cerca umidità – molta – pertanto se quella del vostro bagno non dovesse bastare, non fatele mancare qualche vaporizzazione. Si accontenta di poca luce e si trova in commercio in diverse dimensioni: potrete quindi posizionarla su uno scaffale o a terra. Durante il giorno la vedrete “pregare”: le sue foglie sono infatti note per fare dei movimenti quotidiani di chiusura e apertura dei lembi, proprio come due mani giunte che pregano!

Approvata per:

  • Ambienti poco luminosi
  • Plant lover esperti

5. Tillandsia usneoides

piante da tenere in bagno

Chiudiamo con una pianta-non-pianta: la Tillandsia usneoides. Questa particolare specie di bromeliacea è una pianta pensile che vive senza terreno: anche in natura, trae acqua e nutrimento dall’atmosfera (umidità, rugiada, nebbia…) è quindi perfetta da posizionare in un bagno! Può sopravvivere in condizioni di luce scarsa, ma sarà più felice in ambienti luminosi. Qualora il vostro bagno non fosse sufficientemente umido, vi basterà vaporizzarla settimanalmente. Presentandosi come un vero groviglio di fili argento e con un portamento a cascata, è perfetto per ricreare un ambiente suggestivo nei bagni più particolari.

Approvata per:

  • Ambienti originali
  • Plant lover dotati di spruzzino

Avete già iniziato a scegliere la pianta che occuperà il vostro bagno prossimamente? Fatecelo sapere su Instagram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *