LA SERRA EMPIRICA

Sicuramente vi sarà capitato di imbattervi nelle Industrie Fluviali, un hub di fermento creativo e culturale, che ospita all’interno dei suoi 2000 mq persone e progetti che prendono forma da ottobre 2019. 

la serra empirica

La Serra Empirica è un non luogo a Roma, che si manifesta attraverso una ricercata collezione di piante rampicanti – al momento ben 16 diverse – rare e inusuali, che crescono irriverenti sulla terrazza del suo ultimo piano.

Zaelia Bishop

Qualche sabato fa siamo andate a trovare Zaelia Bishop, il suo ideatore e alchimista, che con esperienza si dedica al reperimento degli esemplari più stravaganti e misteriosi, non prima di averne approfondito la provenienza e la storia.

La Serra Empirica è infatti un’esposizione in continuo divenire, dove le piante sono opere d’arte imprevedibili, che solo in tempo rivelerà in tutta la loro essenza, mostrandone i cambiamenti, le evoluzioni e i comportamenti, colorando e profumando uno spazio a cielo aperto, delimitato solo dalle case che vi si affacciano.

la serra empirica

È come se i rami intrecciandosi ed arrampicandosi in ogni dove, tracciassero su una mappa immaginaria, i percorsi che gli esploratori del passato hanno seguito per appagare la loro brama di sapere.

Il suo primo volume si chiama “Rampicanti dell’Età delle Scoperte”, ha inaugurato lo scorso maggio ed attira i romani con tour dedicati e aperitivi aromatici.

La voce narrante di Zaelia Bishop guida i visitatori con uno storytelling avvincente, accompagnato dalle didascalie redatte con estremo gusto, posizionate in ogni vaso. Sono più di una semplice etichetta, che siamo abituati a vedere negli orti botanici, descrivono infatti: il nome botanico, le caratteristiche della pianta, cenni storici, leggende popolari, esperienza personale; famiglia di provenienza, nome commerciale, provenienza geografica, fogliame, fioritura, etc.

Sul blog di Industrie Fluviali è possibile trovare una rubrica di approfondimento dedicata alla Serra Emprica, scritta dal suo custode, che racconta ogni esemplare dal punto di vista storico e botanico.



È forse questa la direzione che sta prendendo la botanica moderna per essere inclusiva ed innovativa?

Staremo a vedere, nel frattempo cercheremo di non perderci i prossimi eventi organizzati alla Serra Empirica e perché no, essere a nostra volta promotrici di nuove attività!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *