TUTORI PER PIANTE: 3 SOLUZIONI COOL

tutori per piante

Siamo pronte a scommettere che molte delle vostre piante tropicali preferite siano semi epifite, come la Monstera, il Pothos e il Philodendron. Sappiamo anche che sareste dispost* a tutto per rendere felice e rigogliosa la vostra indoor jungle. Ecco che vi sveliamo qualche trucchetto.

Le piante appena citate in natura hanno un portamento prettamente rampicante e non ricadente come potremmo credere. Crescono infatti “scalando foglia dopo foglia” i grandi alberi! Ma attenzione non sono parassite: sfruttano i grandi arbusti solo per raggiungere la luce!

Oltre a conferire loro il terriccio migliore, vi suggeriamo di inserire al prossimo rinvaso uno dei tutori per piante per favorire le loro arrampicate e il loro benessere.

Noterete con il passare del tempo, che le foglie saranno più grandi e la pianta nel complesso più sana. Provare per credere!

Ma qui viene il bello. Come creare un supporto per le vostre piante rampicanti che sia gradevole alla vista – per capirci, aboliamo immediatamente i tutori in fibra di cocco che troviamo in ogni vivaio/rivenditore di accessori per piante – e che faccia il suo dovere?

Vi proponiamo 3 soluzioni – che abbiamo sperimentato personalmente – che a nostro avviso sono molto cool.

The Green Pole

Ovvero un bastoncino di bambù rivestito di sfagno vivo(!)

tutori per piante

Cosa vi occorre:

  • Canna di Bambù
  • Seghetto (per accorciare il bambù qualora fosse troppo lungo)
  • Sfagno vivo
  • Filo di rafia grezza / corda

Prendete la canna di bambù e posizionatela nel vaso (vuoto). Segnate con un pennarello l’altezza massima del vaso ed annodate la rafia in quel punto. Iniziate a posizionare attorno alla canna lo sfagno vivo, strizzato ed attorcigliate il filo di rafia per fissarlo alla stecca. Una volta arrivati in cima, riscendete con il filo fino a legarlo alla base. Ecco pronto il vostro tutore, decisamente verde!

Posizionate il palo muschiato nel vaso, aggiungete argilla, mix di terriccio, pianta, di nuovo mix. Spargete nel bark sullo strato superiore. Legate delicatamente gli steli della vostra pianta lungo il palo, per indirizzarli all’arrampicamento. Che ne pensate?!

Per conferire il giusto apporto idrico alla pianta, sarà sufficiente nebulizzare con regolarità il palo di sfagno, che a sua volta si manterrà verde acceso!

Utile per: piante ancora piccole 

Suggerito per: Philodendron / Monstera Monkey

The Strong Pole

Ovvero un sostegno composto da sfagno avvolto nella rete metallica!

tutori per piante 3

Cosa vi occorre:

  • Canna di Bambù
  • Seghetto (per accorciare il bambù qualora fosse troppo lungo)
  • Sfagno secco o vivo* (*noi abbiamo usato il vivo)
  • Bark
  • Filo di rafia grezza / corda
  • Rete* metallica (*noi abbiamo scelto il color argento per dare un tocco glam)
  • Fascette per fissare la rete. Dello stesso colore della rete, obvy!

Prendete la canna di bambù e posizionatela nel vaso (vuoto). Segnate con un pennarello l’altezza del vaso e riponete la stecca all’interno della porzione di rete già tagliata dal rotolo. Tenete presente che una volta chiuso, il tutore deve avere un diametro di almeno 4 cm. Iniziate a posizionare del bark nella parte bassa del tutore, fino ad arrivare al punto segnato. A quel punto iniziate a disporre lo sfagno strizzato misto a bark fino ad arrivare alla fine dello stecco. 

Richiudere la rete attorno al bastone di bambù, facendo attenzione che questo sia sempre al centro. Fissatela con delle fascette. Tagliate la parte di platica in eccesso.

tutore per piante metallico

Posizionate il palo muschiato nel vaso, aggiungete argilla, mix di terriccio, pianta, di nuovo mix. Spargete nel bark sullo strato superiore. 

Legate delicatamente gli steli della vostra pianta lungo il palo, per indirizzarli all’arrampicamento. 

Per le piante con le radici aeree tipo la Monstera, il tutore ha un duplice uso: supporto per il fusto e regolatore di umidità per le foglie. Sarà infatti molto più semplice mantenere l’umidità ambientale e regolarsi con le bagnature: sarà sufficiente vaporizzare il palo e annaffiarlo una volta a settimana. Verificate ovviamente prima che il terriccio in vaso sia asciutto.

Che ne pensate?! Decisamente stabile e gradevole alla vista ☺

Utile per: piante abbastanza grandi e pesanti

Suggerito per: Pothos / Monstera

The Design Pole

Ovvero un palo invisibile!

tutori per piante invisibili

Se vi è piaciuta l’idea di aggiungere dei tutori per piante, ma non siete amanti del fai da te, o se comunque ancora non vi abbiamo convinto con il look dei nostri pali, ecco qui la soluzione che fa per voi. Minimale, di design e addirittura INVISIBILE.

È proprio così, Claroplants, il nostro brand del cuore Made in Cipro, ha realizzato dei supporti per piante rampicanti in plexiglass trasparente: le Ghost Plant Support.

Li troviamo geniali.

Ancora più smart è la possibilità di posizionare più porzioni una sopra l’altra così da arrivare all’altezza desiderata ed assecondare la crescita della pianta. 

tutori per piante invisibili 2

All’interno di ogni confezione si trovano 2 tutori per piante, da 39 cm ognuno. Oltre al colore trasparente ne esiste una versione specchiata, in argento e oro.

Utile per: piante di media grandezza

Suggerito per: Philodendron

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *