DIMMI CHE FICUS HAI E TI DIRÒ CHI SEI

Tra le piante d’appartamento che sentiamo nominare più spesso, ricade sicuramente il Ficus. Questa pianta, in natura, presenta però più di 800 specie differenti, con portamento e dimensioni anche molto diverse tra loro.

ficus

Diventa quindi difficile parlare genericamente di “Ficus” quando ci riferiamo a una delle nostre amate coinquiline: per questo abbiamo deciso di parlarvi delle più comuni, quelle universalmente più diffuse come specie d’appartamento. Iniziamo!

L’amico di infanzia

ficus benjamin

Qual è la prima persona alla quale avete raccontato un segreto o con la quale avete condiviso la merenda? Quella con cui, non importa quanto tempo fa sia successo, sicuramente lo avete vissuto insieme? Esatto, l’amico di infanzia. Il Ficus Benjamin è un po’ come lui: è tra le prime piante nella vostra memoria, probabilmente vista a casa di nonne e zie in tempi non sospetti.

Non particolarmente ricercato, ma a suo modo bello. Ci andate d’accordo, ma ogni tanto litigate. E nonostante faccia parte delle vostre vite da sempre, vi suscita ancora emozioni, perché ormai gli volete bene così com’è.

Anche se non è la pianta instagrammabile per eccellenza, il Ficus Benjamin regala buone soddisfazioni: si adatta sia all’interno che – in climi non troppo rigidi – all’esterno e, anche se durante il cambio di stagione può fare qualche capriccio perdendo le sue foglie più anziane, in primavera cresce notevolmente con nuove e verdissime foglioline.

Approvata per: i nostalgici

Il diplomatico

ficus

In ogni gruppo c’è lui: il paciere. Quello che placa la tua voglia di litigare e sopprime le risse sul nascere. Non importa quale sia la sua professione attuale, avrebbe dovuto fare il mediatore, perché sta-davvero-bene-con-tutti.

No, non alla “Gandhi style”, ha anche lui i suoi nemici, ma alla fine non fa storie e quindi dove lo metti sta, esattamente come il Ficus Elastica, una delle specie di Ficus più resistenti della famiglia. Proprio per questo, potete posizionarlo in luoghi più o meno luminosi, dentro o fuori casa (attenzione però alle gelate) e lui saprà soddisfarvi con poco bisogno di acqua, ma grande esigenza d’amore.

Vi servirà infatti dedizione e pazienza per pulire le larghe foglie dalla polvere che inevitabilmente si depositerà sopra, ma dall’altra parte vi garantirà vita più o meno eterna (e anche un sacco di figlioletti, visto che la riproduzione per talea è davvero facilissima).

Approvata per: chi è alle prime armi

L’alternativo

ficus tineke

Fratellino del diplomatico, o meglio dire di quelli che stanno bene con tutti, abbiamo anche l’alternativo, il diversamente cool: può piacere o no, ma senza dubbio si fa notare! Al grido di “Scialla raga”, si fa amare da tutti.

È quel tipo un po’ anticonformista, ma non troppo da parlare solo con la sua gente, dai gusti originali e senza dubbio affascinante: come il Ficus Tineke, una bellissima varietà del Ficus Elastica, dotata di sfumature crema e rosa.

Come il Ficus Elastica, anche il Tineke è molto facile da curare: ama la luce indiretta e non necessita di tantissima acqua, riesce infatti a resistere anche a brevi periodi di siccità. Un ottima soluzione per chi è alle prime armi ma vuole portarsi a casa una pianta dai colori insoliti!

Approvata per: i creativi

Il ricercato

ficus alii

È la persona che cercate di invitare sempre alle feste, ma si fa desiderare e non sai mai fino alla fine se si presenterà. È il più ricercato degli amici, quello sempre in giro che, infatti, non riesci mai a sapere dove sta.

Un po’ come il Ficus Alii, che sembra impossibile da trovare nei vivai e, quando lo chiedi, dietro la cassa fanno spallucce. E tu, più non riesci a trovarlo, più ovviamente lo vuoi. Sarà il suo elegante portamento ad albero, le sue tante foglie ricadenti capaci di trasformare qualsiasi angolo di casa in una piccola foresta, il suo animo da giramondo con quella provenienza asiatica (India e Malesia) e il nome Hawaiano: per noi, è irresistibile.

Inoltre, ricorda vagamente il Ficus Benjamin, ma è ancora meno capriccioso: resistente, facile da coltivare, preferisce il caldo e la luce, ma si adatta anche alla mezz’ombra. Unica nota: cresce lentamente, quindi acquistatelo subito della grandezza che desiderate!

Approvato per: i sofisticati

Il traditore

ficus lyrata

Avete presente il/la bellocci* che infondo sapete che vi farà soffrire ma voi, con lo spirito da crocerossin* e convint* che con voi sarà diverso, provate a fidanzarvici uguale? Ecco, il Ficus Lyrata è esattamente così: irresistibile e inevitabilmente traditore.

Non importa quante attenzione gli fornirete, il Ficus Lyrata perderà tutte le foglie. Se, invece di buttarlo via (o di bloccare il suo numero), cercherete ancora di prendervene cura, risorgerà, ma solo per morire di nuovo. Questo vi fermerà dal continuare ad amarlo? No, e così salirete sulle montagne russe dei sentimenti che solo i belli-e-cattivi sanno dare.

Se neanche questa premessa vi fermerà dall’acquisto di un Ficus Lyrata, ricordate: tanta, tanta luce, moderate le innaffiature (meglio una di meno che una di più), pulite le foglie dalla polvere e non fategli sentire freddo.

Approvata per: inguaribili ottimisti

I non pervenuti

Sono quelli che inviti alla festa, ma puntualmente non si presentano. Sono in pochi ad averli frequentati, ancora meno a parlare di loro: esatto, come i Ficus Daniella e i Ficus Audrey. Ma vi promettiamo che, appena li incontreremo, vi parleremo anche di loro!

E voi quale varietà di Ficus avete in casa? Fatecelo sapere su Instagram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *